A MANTOVA, IL 14 DICEMBRE, LA 18° EDIZIONE DEL PREMIO "LA ZUCCA D'ORO"


Premio “ La zucca d’oro 2016”: Mantova Capitale Italiana dell’Agricultura

La diciottesima edizione del premio “La zucca d’oro”, il premio che Donne in Campo a Mantova dedica ogni anno alla valorizzazione dell’impegno delle donne nei diversi ambiti di attività per far conoscere l’agricoltura e l’impegno femminile, quest’anno è stato dedicato all’AgriCultura”.

Nel 2016, infatti Mantova è stata capitale Italiana della cultura e, quindi, mercoledì 14 dicembre, presso la sala Consiliare del Comune di Mantova, dopo il saluto dell’Assessore alle Pari Opportunità ed all’Istruzione del Comune di Mantova Marianna Pavesi, si sono approfondirti alcuni temi legati al rapporto tra agricoltura e cultura a partire dall’etimologia del termine Cultura che deriva dal termine latino colere, coltivare .

Dopo la presentazione dell’iniziativa da parte di Morena Torelli, presidente di Donne in Campo Est Lombardia, che ha ribadito il protagonismo degli agricoltori e dell’agricoltura nella cultura della città, la relazione di Anastasia Malacarne si è soffermata sulle tradizioni e i riti, antichissimi, ma ancora vivi che legano il mondo dell’agricoltura allo scorrere delle stagioni e al forte rapporto tra cibo e tradizioni agricole nel mantovano, un concetto espresso in modo molto efficace in una poesia “lezione di storia” di Ettore Berni, il poeta mantovano, che è stata letta alla conclusione dell’iniziativa.

Dalle tradizioni si è passati è passati al futuro ed all’educazione a partire dai primi anni di vita, quelli del nido, e Fabiola Caprioli ha illustrato l’esperienza del nido agricolo “Corte Verde” nel quale è impegnata da più di dieci anni.

Il premio è stato conferito alla giornalista Monica Bottura direttrice di Telemantova che da molti anni, nei diversi settori dell’informazione, segue con attenzione e impegno il mondo dell’agricoltura ed il suo evolversi.

Anche quest’anno il conferimento de “La zucca d’oro” è stata una nuova occasione di confronto e di arricchimento di nuove idee e proposte per l’associazione e per la Confederazione, come hanno ricordato Il presidente della Cia Est Lombardia Luigi Panarelli e la presidente di Donne in Campo Lombardia Renata Lovati. Il presidente regionale Cia Giovanni Daghetta ha ringraziato Donne in Campo per il costante impegno nell’approfondimento di temi importanti per l’agricoltura, per la ricchezza delle iniziative ed , in particolare, per il ruolo svolto nel confronto tra l’agricoltura e l’intera società.