IL DONO DI 'DONNE IN CAMPO-CIA REGGIO' ALLE CASE PROTETTE DI BAGNOLO


Miele, dolci casalinghi, marmellate artigianali, Parmigiano-Reggiano, vino del territorio e vasi con piante fiorite. Sono i prodotti donati – e consegnati il 15 aprile scorso – da Donne in Campo-Cia Reggio alle strutture ‘Casa insieme’ e ‘Anni Azzurri – Il Giardino’ di Bagnolo come riconoscimento per il fondamentale lavoro svolto per proteggere anziani e malati nell’emergenza Coronavirus. Un impegno professionale che, grazie ai rigidissimi protocolli adottati, ha portato a un risultato eccezionale a livello nazionale: nessun anziano paziente è stato contagiato dal Covid-19.

“Il nostro dono è un modo per ringraziare tutti gli operatori che in questo difficile periodo hanno fatto l’impossibile per mettere in sicurezza le persone più fragili della nostra comunità. Le parole non bastano ad esprimere la nostra gratitudine: grazie per tutto quello che avete fatto e ancora state facendo!”, ha affermato l’imprenditrice agricola Loredana Maurilli nelle vesti di rappresentante di ‘Donne in campo’. Presenti anche i pensionati Anp-Cia, i giovani Agia-Cia insieme al sindaco Gianluca Paoli e ai responsabili delle due strutture.

“L’iniziativa parte dalla volontà di essere parte di un’unica comunità che si aiuta e riconosce gli sforzi di chi sta facendo il proprio dovere per preservare la salute collettiva – ha sottolineato il primo cittadino -. Le strutture sono un’eccellenza perché, grazie a provvedimenti coraggiosi e lungimiranti, si è riusciti a mantenere in piena salute i nostri anziani che sono un patrimonio per tutti. Grazie a questa iniziativa delle donne di Cia che hanno mostrato grande sensibilità e generosità”.

Corrado Torreggiani, presidente della Fondazione Casa Insieme: “Siamo molto soddisfatti per come è andata fino ad ora la gestione dell’emergenza Covid-19. Non abbiamo infatti avuto nessun caso e per questo devo ringraziare gli operatori perché sono stati eccezionali. Si sono chiusi dentro con i nostri anziani e non sono mai andati fuori per eliminare ogni rischio di contagio. Ringraziamo tantissimo Cia per il gesto che abbiamo apprezzato davvero molto”.

“Siamo grati per questo dono che mostra grande partecipazione al nostro impegno in un momento così difficile e complicato per tutti noi – ha concluso Daniela Zaccarelli, direttrice della casa di residenza ‘Anni Azzurri – Il Giardino’ -: ci fa sentire tanto calore umano e vicinanza. Nella nostra struttura non abbiamo avuto casi di Coronavirus, anche grazie alle rigorose misure prese per tutelare tutti. Abbiamo subito verificato che tutti gli ospiti e gli operatori non fossero positivi. E poi abbiamo proceduto a una tanto precoce quanto rigida chiusura agli accessi esterni, dai fornitori ai vari servizi. È stata la misura vincente”.

Visite: 104