IN RICORDO DI LILIANA BERGAMINI


09/07/2023

Pubblichiamo di seguito il saluto di Donne in Campo Lombardia a Liliana Bergamini, stimata ed amata dirigente dell’Associazione regionale. Il cordoglio di Donne in Campo.

9 luglio 2023- Il 9 luglio ci ha lasciato la nostra vice Presidente Liliana Bergamini, lasciando un grande vuoto nella nostra associazione lombarda. Con il marito Ezzelino ed il figlio Maurizio gestiva un’azienda agricola, per molti anni anche agrituristica, con allevamento di capre a Primaluna in Valssassina. L’azienda, molto conosciuta ed all’avanguardia nella produzione di formaggi di capra di alta qualità, ha vinto numerosi premi per la sua produzione casearia. Liliana era una bravissima allevatrice e casara. Nei primi anni 2000, proprio per questa attività, ha vinto anche il premio “DeaTerra” istituito dal Ministero dell’Agricoltura. Fin dalla sua costituzione Liliana è stata molto attiva nell’associazione Donne in Campo Lombardia per la quale ha seguito numerosi progetti ed attività con una particolare attenzione alla formazione professionale. Nel 2002, in occasione dell’Anno Internazionale della Montagna, ha partecipato a numerosi eventi nazionali e internazionali portando il suo contributo per la valorizzazione del ruolo delle donne nell’agricoltura di montagna. E’ stata Vicepresidente regionale dell’associazione nei primi anni della sua costituzione e recentemente era stata chiamata nuovamente a ricoprire questo incarico.

All’inizio del 2000 in provincia di Lecco si è avviato un confronto, del quale Liliana è stata protagonista, tra le aziende agricole ed agrituristiche e le istituzioni per l’avvio di una collaborazione e nel 2003 è stato costituito il consorzio Terrealte del quale Liliana è stata per lunghi periodi presidente. Lilli, come tutti la chiamavano, aveva una particolare capacità di ascolto e di confronto e una grande conoscenza dell’agricoltura e della sua realtà e per questo è riuscita a costruire realtà solide, capaci di guardare al futuro, che portano la sua impronta. Aveva grandissime doti umane, mancherà molto a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di incontrarla e conoscerla e lascia anche un grande vuoto nel mondo dell’agricoltura e dell’associazionismo agricolo.

Visite: 580