IN UMBRIA: MARIA VIGILANTE CONFERMATA PRESIDENTE


Per un’agricoltura multifunzionale e di qualità il ruolo delle donne è fondamentale. Questa, in sintesi, la conclusione dell’ampio e articolato dibattito che ha caratterizzato i lavori dell’Assemblea regionale di Donne in Campo, l’associazione delle imprenditrici agricole aderenti alla Cia dell’ Umbria, tenutasi il 30 novembre a Perugia.

Del resto i dati e le considerazioni espresse nella relazione introduttiva da Maria Vigilante, riconfermata presidente all’unanimità dall’Assemblea, parlano molto chiaro: oggi le donne titolari di imprese agricole rappresentano anche nella nostra regione quasi il 30 per cento del totale, una percentuale che negli anni ’70 non arrivava al 10 per cento e che cresce ulteriormente nelle aziende orientate alla multifunzionalità, al biologico, alla vendita diretta e, in generale, alla valorizzazione della qualità e tipicità dei prodotti e all’ offerta di ospitalità. E’ il caso delle aziende agrituristiche umbre che, secondo i più recenti dati Istat, sono per oltre il 47 per cento a conduzione femminile a fronte di una media nazionale ferma al 35 per cento”.

Sono dati sui quali riflettere perché -è stato detto nel corso del dibattito- è impensabile come, con le pesanti difficoltà che gravano sul settore, ancora oggi permangano orientamenti di politica agricola che non tengono nella dovuta considerazione la funzione positiva e innovatrice rappresentata dalle donne.

Nel corso dell’Assemblea è emersa con forza anche la necessità di ricalibrare al più presto la normativa di sostegno all’imprenditoria femminile e, in primo luogo, la legge 215 del 1992 che si è rivelata uno strumento inefficace e inadeguato per il settore agricolo.

Anche a livello regionale occorrono, a giudizio delle imprenditrici della Cia, maggiore attenzione al ruolo delle donne in agricoltura e incentivi mirati che devono trovare una chiara ed esplicita espressione nei bandi pubblicati dalla Regione in attuazione delle diverse misure del Programma di Sviluppo rurale.

Visite: 764