“PROGETTO LINFA” FINANZIATO DEL MINISTERO DEL LAVORO


Un grande successo dell’Associazione Donne in Campo-CIA Umbria: su 25 imprenditrici umbre di tutti i settori che partecipano al progetto, 10 appartengono al settore agricolo.Svolto il 20 novembre un Workshop a Perugia sul tema: Le imprese femminili in tempo di crisi.

Un Forum sul tema “Le imprese femminili in tempo di crisi” svolto nell’ambito del “Progetto LINFA” Laboratorio d’Innovazione Femminile Aziendale, presentato dalla Provincia di Perugia nel 2005, ai sensi dell’art. 2 della legge 125/91 e dell’art. 7 della legge 196/2000, accolto e finanziato dal Ministero del Lavoro, si è svolto a Perugia il 20 novembre scorso.

Il Forum, introdotto e moderato da Nadia Libera Imbroglini di Svilupumbria Spa ha visto gli interventi di Donatella Porzi, Assessore alle Politiche Comunitarie della Provincia di Perugia, di Ornella Bellini, Assessore alle Pari Opportunità della Provincia. Ha svolto una relazione sulla realtà dell’imprenditroia femminile in Italia il Prof. Loris Maria Nadotti, Docente della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Perugia. Sono intervenuti inoltre il Prof. Luca Ferrucci, della stessa Facoltà, Maria Lucia Galdieri, Presidente nazionale Terziario Donna Confcommercio e Serena Giudici, Coordinatrice nazionale Donne in Campo CIA.

Il progetto mira a consolidare imprese femminili ed a raggiungere i seguenti obiettivi: favorire il potenziamento e la stabilizzazione di imprese femminili in Umbria; favorire il supporto e lo sviluppo di conoscenze e competenze manageriali specialistiche alleimprenditrici erafforzare la loro qualificazione professionale, promuovere e sostenere la presenza delle donne nei livelli di managemente aumentare l’auto-valutazione alle donneche occupano livelli di responsabilità. Si è proposto l’obiettivo inoltre di sviluppare e consolidare reti integrate di partenariatocon enti pubblici, agenzia regionale di sviluppo, finanziaria regionale, associazioni imprenditoriali, associazioni di genere, OOSS, enti di formazione per la sensibilizzazione, la diffusione e lo scambio delle rispettive buone prassi a livello regionale, nazionale, internazionale; di imprese femminili attive per la sperimentazione di benchmarking; creare una rete regionale permanente di soggetti e strumenti per il consolidamento delle imprese femminili e una banca dati delle metodologie e dei prodotti didattici sviluppati.

Il progetto ha la durata di 20 mesi (da giugno 2008 a febbraio 2010) ed è rivolto a 25 imprenditrici titolari d’impresa e operanti nella regione, in aziende femminili (con titolarità e/o prevalente composizione femminile nella compagine societaria) attive da almento 2 anni e si è proposto tuttavia di coinvolgere un più ampio numero di destinatari.

La Provincia di Perugia, soggetto capofila ha coinvolto diversi soggetti nel partenariato tra cui: Sviluppumbria Spa, Gepafin Spa, Centro di formazione imprenditoria Cciaa Pg, CIA Umbria, Confapi,Confcommercio, Confartigianato, Aidda, Fidapa. L’11 dicembre si svolgerà a Spoleto il secondo Forum sul tema “Credito e innovazione: dove osano le donne”.

L’Associazione Donne in Campo-CIA dell’Umbria presentando numerose adesioni delle imprenditrici agricole in fase di presentazione del progetto ha ottenuto che delle 25 imprenditrici di tutti i settori che partecipano al progetto, 10 appartengano al settore agricolo. Il programma ha preso l’avvio con la costituzione del tavolo di pilotaggio e monitoraggio istituito dalla Provincia di Perugia che è capofila del progetto e a cui partecipa Daniela Sarnari, Coordinatrice regionale Donne in Campo-CIA.

Visite: 625